DOCUMENTARI- “Fino alla fine del mondo” con ‘Yukon Blues’

Avete presente quella sensazione di malinconia che colpisce le persone che abbandonano dei luoghi selvaggi e magnetici? No? Fortuna che hanno inventato il blues per trasmettere quell’emozione”.  Parte da Toronto (Canada) l’avventura di Igor D’India, filmaker palermitano. Un’avventura lunga 16mila chilometri in autostop e 1400 in canoa, passando tra Canada, Alaska e lungo il corso del selvaggio fiume Yukon. Yukon Blues è il titolo del documentario che racconta di questo viaggio, prodotto dalla Kobalt Entertainment. Questo il trailer del lavoro di Igor D’India.

 

Whitehorse, Dawson City, l’Alaska ed il Fort Yukon, il punto più freddo e più a nord del Circolo Polare Artico. Le disavventure dovute dal tempo ed un cambio di programma: lasciare la canoa e proseguire come si può. La lunga “spedizione” del filmaker italiano prosegue e termina in autostop a Toronto. Un altro documentario da vedere.

weam-small-r

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *