Intervista a Maricla Pannocchia, presidente dell’associazione “Adolescenti e cancro”

Questa settimana Aleksandra, Anna e Claudia ci hanno raccontato la loro storia. È davvero difficile affrontare il tumore, specialmente quando si è ancora giovani. Le loro storie e quelle di altri ragazzi sono presenti nella raccolta “Attimi di noi, storie di adolescenti con tumore”. Il progetto è nato grazie all’associazione “Adolescenti e cancro”, che da due anni è impegnata per aiutare questi ragazzi a condividere le loro esperienze. Proprio oggi l’associazione “Adolescenti e cancro” spegne le candeline per la seconda volta. In occasione del secondo compleanno abbiamo deciso di intervistare la presidente dell’associazione, Maricla Pannocchia.

Chi sei e cosa fai di bello nella vita?

Sono Maricla Pannocchia, ho 32 anni e abito in un piccolo paese in provincia di Livorno, in Toscana. Ho un’attività’ commerciale con la mia famiglia e sono una scrittrice.

Come nasce l’associazione Adolescenti e cancro e qual è il suo scopo?

L’Associazione è nata in modo casuale, anzi, dico sempre che secondo me è stato un segno del destino. Nel 2014 ho scritto un romanzo dal titolo “Le cose che ancora non sai” – che e’ stato pubblicato quest’anno – che racconta la storia d’amicizia fra due ragazze adolescenti, di cui una malata di leucemia. Durante le ricerche svolte per la stesura del romanzo, mi sono resa conto delle difficoltà degli adolescenti e dei giovani adulti con tumore e ho sentito il bisogno di fare qualcosa, nel mio piccolo, per aiutare questi ragazzi. Non avendo alcuna qualifica medica, ho pensato a un qualcosa che permettesse ai ragazzi di entrare in contatto con altri giovani in situazioni simili, rendendo meno solitario il percorso durante e anche dopo la malattia.

Quali attività si svolgono nell’associazione?

L’Associazione offre supporto sociale e occasioni di confronto fra coetanei ad adolescenti e giovani adulti (13-24 anni) da tutta Italia che hanno o hanno avuto una malattia oncologica tramite gruppi chiusi su Facebook e whatsapp, giornate di svago, gite in barca in Toscana, la Summer Holiday, la gita invernale, le settimane alla Casa AIL Capraia (grazie alla generosa collaborazione di AIL Livorno), la partecipazione a eventi di sensibilizzazione e iniziative internazionali. Per noi, è anche molto importante dar voce ai ragazzi per sensibilizzare le persone sul cancro nell’adolescenza per questo i ragazzi che lo desiderano possono raccontare le loro storie e le inseriamo sul sito, condividendole anche sulla nostra pagina Facebook. A febbraio 2016 abbiamo realizzato la raccolta digitale “Attimi di noi – storie di adolescenti con tumore”, scaricabile gratuitamente dal nostro sito, che racchiude le storie di alcuni dei nostri ragazzi. A ottobre 2016 abbiamo lanciato il Teens Video Project, attraverso il quale i ragazzi che lo desiderano possono raccontarsi creativamente usando il linguaggio dei video, parlando dell’esperienza con la malattia ma anche di quello che fanno nelle loro vite. Tutti i video sono incorporati nella piattaforma britannica JTV Cancer Support, che contiene video di ragazzi che sono o sono stati pazienti oncologici dal Regno Unito, dall’Australia e noi dall’Italia. L’iscrizione all’Associazione è gratuita così come tutte le iniziative che proponiamo ai ragazzi. Accettiamo tutti i ragazzi che pensano di beneficiare di quello che facciamo, con un occhio di riguardo per coloro che abitano/sono in cura in aree in cui il  supporto sociale e fra coetanei per gli adolescenti e i giovani adulti con il cancro e’ scarso o inesistente.

A due anni dalla nascita, quali traguardi sono stati raggiunti?

Quando ho lanciato Adolescenti e cancro a settembre 2014 era solo un sito Internet/un progetto; non ero per niente sicura che sarebbe interessato alla gente, specialmente ai ragazzi che avrebbero potuto beneficiarne, invece con il passare del tempo e con il fatto che sempre più ragazzi si sono siano e abbiamo avviato collaborazioni anche con altre realtà del settore, ho capito che c’è bisogno di questo tipo di supporto. Questo per me è già un traguardo: sono partita dallo zero assoluto e ho creato una realtà che, nel suo piccolo, offre iniziative che portano davvero dei benefici nelle vite dei ragazzi.

Cosa c’è ancora da fare?

Tanto! Uno degli obiettivi primari, che spero di riuscire a concretizzare entro la fine del 2017, è avviare una collaborazione o comunque avere accesso ad almeno uno/due ospedali pediatrici di modo da poter fornire supporto sociale all’adolescente sin dal momento della diagnosi. Vorremmo lavorare sul “farsi conoscere” per poter supportare sempre più ragazzi e allo stesso tempo sull’avviare sempre più collaborazioni con diverse realtà, anche a sostegno economico dei nostri progetti, perché gli appuntamenti di confronto fra coetanei diventino di più/possano ospitare un numero maggiore di ragazzi. Un sostegno economico maggiore significherebbe poter avere il contributo di persone qualificate che possano offrire sostegno continuo ai ragazzi, specialmente a coloro che vivono in zone in cui non c’è supporto sociale per la loro fascia d’età. Una figura amichevole ma qualificata e professionale che aiuti i ragazzi e le loro famiglie, non solo durante il periodo delle terapie, ma anche dopo. Nonostante mi reputi fortunata perché ho disponibilità di volontari, anche qualificati (come infermieri e psicologi), per le singole iniziative con i ragazzi, vorrei riuscire ad avere il supporto regolare di volontari motivati che possano lavorare alla crescita dell’Associazione, tutto questo mantenendo i rapporti con i ragazzi, con le strutture con cui collaboro e continuando a portare avanti le iniziative che ho già citato sopra.

Cosa può fare concretamente chi volesse sostenere l’associazione?

Potete sostenerci economicamente; ogni donazione, anche la più piccola, è ben accetta e molto importante. Sul nostro sito www.adolescentiecancro.org trovate il link a Paypal per donare on-line oppure potete donare tramite il nostro conto corrente postale. Abbiamo anche oggetti solidali come le bomboniere e le nostre t-shirt, tutti visionabili e ordinabili tramite e-mail. Infine, cosa non meno importante, potete aiutarci a farci conoscere. Per domande o idee, siamo a disposizione all’indirizzo e-mail adolescentiecancro@yahoo.it

Per donazioni sul c/c postale:

Intestato a: Associazione di volontariato Adolescenti e cancro
c/c postale numero 001033768654
IBAN: IT 84 N 07601 13900 001033768654

In occasione del secondo compleanno, qual è il tuo augurio per il futuro?

Auguro all’Associazione di crescere e di realizzare tutto quello che ho in mente. L’importante per me sarà rimanere sempre un luogo che accoglie tutti i ragazzi che potrebbero beneficiarne. Spero quindi di ampliare i servizi e il numero di persone che mi danno una mano nonché dei ragazzi che supportiamo, ma di rimanere sempre una piccola Associazione nel cuore, ovvero che offre supporto personalizzato ogni qual volta in cui un ragazzo partecipa a una nostra iniziativa.

Lascia un messaggio a chi segue il blog Lettere dalla Realtà.

Il mio messaggio può sembrare banale, ma è quello di essere felici e goderci questo preciso momento. Spesso in questa società che corre verso il futuro e che è così caotica, rischiamo di perdere di vista ciò che conta davvero. Aprire l’Associazione ha cambiato la mia vita, mi ha insegnato che non dobbiamo aspettare di vivere una tragedia per rendersi conto delle nostre fortune e di tutti i doni che ci sono stati fatti. Facciamone tesoro.

Per saperne di più:

www.adolescentiecancro.org

www.facebook.com/adolescentiecancro

a cura di Tommaso Gavi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *